top of page
jason-dent-w3eFhqXjkZE-unsplash.jpg
www(0).png
  • Immagine del redattoreGiandomenico Mammone

Che cos’è il rapporto aeroilluminante?

Aggiornamento: 25 mar

Le abitazioni di nuova costruzione, nonché quelle edificati negli anni addietro, devono attenersi con rigore alle nuove normative di edilizia e urbanistica, soprattutto in riferimento alla metratura disponibile per tutti gli spazi della casa, dai singoli vani fino ai balconi e terrazzi.



È fondamentale garantire illuminazione e aerazione per le superfici calpestabili dell’abitazione e in questo caso è cruciale rispettare il rapporto aero-illuminante (RAI): indicatore che riflette la distribuzione della superficie finestrata o vetrata di una stanza o di un edificio in base alla superficie complessiva di pavimentazione.

 

Il rapporto aero-illuminante serve per capire la distribuzione della luce naturale e delle aperture per il ricircolo dell’aria all’interno di un’abitazione. Un elevato RAI comporta miglioramenti significativi alle condizioni strutturali e alla salute generale dell’edificio, in quanto un continuo ricambio d'aria e una la corretta distribuzione di luce naturale contribuiscono a mantenere una temperatura stabile e a prevenire problemi di umidità nel tempo.

 

Come si calcola il rapporto aeroilluminante?

 

Il rapporto aero-illuminante è il risultato di un rapporto di due componenti

 

  • Rapporto Illuminante (R.I.): indicatore della superficie illuminante necessaria attraverso la quale passa la luce solare.

  • Rapporto Aerante (R.A.): indicatore della relazione tra l'aria che circola in una casa e la superficie utile delle aperture.

 

Un ambiente può ha il corretto rapporto aereo illuminante quando il rapporto tra questi due valori è uguale o superiore a 1 a 8. Il risultato deve superare la soglia minima di 0,125 per certificare l'abitabilità di un edificio, garantendo il rispetto delle normative igieniche, sanitarie e un risparmio energetico.

 

Il rapporto aeroilluminante per diverse destinazioni d’uso

 

Il superamento della soglia minima si applica a diverse destinazioni d'uso, tra cui abitazioni private, uffici, aziende, locali pubblici e scuole. Inoltre, il rispetto dei rapporti aeroilluminanti è obbligatorio in diverse situazioni, comprese le ristrutturazioni, la ridistribuzione degli spazi interni e la realizzazione di nuove costruzioni.


Alcune eccezioni sono previste per edifici storici e a seguito di condoni edilizi. Tuttavia, modifiche alla soglia minima possono essere stabilite dai regolamenti comunali, con valori potenzialmente inferiori per tetti e mansarde.

 

Garantire superfici aeroilluminanti adeguate non solo rispetta la legge, ma comporta anche una serie di vantaggi per la salute e per l’ambiente. La progettazione architettonica responsabile considera attentamente questi rapporti per promuovere un uso sostenibile delle risorse energetiche.

69 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Коментари


Acquistala all'asta!

shutterstock_1014982615-scaled.jpg
LOGO ASTAADVISOR(0).png

Se sei interessato a comprare

casa all’asta, sei nel posto giusto!

 

Asta Advisor semplifica il mondo delle aste grazie ad un team di esperti consulenti e professionisti del settore, in grado di fornirti l’assistenza tecnica e finanziaria necessaria per affrontare il procedimento esecutivo. 


Scopri di più su Asta Advisor...

Valutazione-gratuita-.jpg
sarpi logo .jpg
LOGO ASTAADVISOR(0).png
Logo-CBS-low.jpg
forma.png
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Instagram Icona

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Grazie per esserti iscritto!

www(0).jpg

CHI SIAMO

LEGAL

Privacy e Cookie

Termini e condizioni

unnamed.png
unnamed.png
ConfEsercenti_Partner.png

© 2023 by SG s.r.l. | Copyright © 2021 Capitale sociale € 200.000,00 i.v. - P.IVA 04135920967

POWERED BY

bottom of page