jason-dent-w3eFhqXjkZE-unsplash.jpg
www(0).png
  • Marco Quargnal

Il futuro dell’immobiliare nel triennio post covid

La pandemia globale causata dal virus Covid-19 ha impattato anche il mercato immobiliare causando

un lieve abbassamento dei prezzi degli immobili. Cosa ci si aspetta per gli anni che seguiranno la crisi? Andiamo a vedere insieme i possibili scenari.


La secondo ondata di covid ha portato ad un ulteriore abbassamento e ad un rallentamento del mercato, che inizialmente si pensava già in ripresa. Ci si aspetta un nuovo picco negativo intorno a marzo 2021, per poi cominciare con la risalita. La ripresa nel 2021 dipenderà molto da due fattori: il rimbalzo della pandemia a livello economico, e l’efficacia della campagna di vaccini.



Si prevede per il 2021 un volume di compravendite simile al 2020, andando a superare di poco le 500.000 operazioni, per poi avere una risalita nel biennio 2022-23 con un raggiungimento del numero di compravendite simile, se non superiore ai valori precrisi.



Fondamentali per il rilancio del paese saranno le grandi città, con Milano alla guida della ripresa. Si è visto come il capoluogo Lombardo sia stata l’unica città a mostrare un trend positivo nei valori anche durante la crisi, in linea con le principali città europee. Per la ripresa, sarà fondamentale la capacità di Milano di attirare capitale, attraverso grandi investimenti, per riprodurre i modelli di grandi metropoli mondiali come New York e Londra, aprendo la strada poi ad altre città italiane come Napoli, Roma e Firenze che seguiranno lo sviluppo.

Infatti, nonostante si prevede un rallentamento con conseguente calo dei valori anche a Milano, questo sarà di minima entità, e si prevede una ripresa già dal 2022.



Sulle tracce di Milano seguirà una ripresa a livello nazionale con un ritorno ai valori precrisi a ridosso del 2023, e una successiva crescita.



Oltre ai valori e i numeri è importante avere una panoramica delle tendenze per il nuovo triennio. La pandemia ha portato ad un cambiamento nella percezione dei luoghi e nelle esigenze abitative delle persone. Se già prima della pandemia si stava andando verso una direzione green, di sostenibilità e di smart living, con la crisi questo passaggio si è ulteriormente rafforzato.


Il cambiamento avverrà oltre che nelle abitazioni, anche nei luoghi di lavoro,

che verranno completamente ripensati per rispondere alle esigenze di sicurezza e salute.

Per rispondere alle nuove esigenze abitative, soprattutto nelle grandi città come Milano si punterà sulla riqualifica di ampi spazi, per ottenere abitazioni moderne, ecologiche, e che possano soddisfare la nuova tendenza di mercato.


29 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Acquistala all'asta!

LOGO ASTAADVISOR(0).png

Se sei interessato a comprare

casa all’asta, sei nel posto giusto!

 

Asta Advisor semplifica il mondo delle aste grazie ad un team di esperti consulenti e professionisti del settore, in grado di fornirti l’assistenza tecnica e finanziaria necessaria per affrontare il procedimento esecutivo. 


Scopri di più su Asta Advisor...

Valutazione-gratuita-.jpg

POWERED BY

forma.png
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Instagram Icona

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Grazie per esserti iscritto!

www(0).jpg

CHI SIAMO

LEGAL

Privacy e Cookie

Termini e condizioni

© 2023 by SG s.r.l. | Copyright © 2021 Capitale sociale € 200.000,00 i.v. - P.IVA 04135920967