jason-dent-w3eFhqXjkZE-unsplash.jpg
www(0).png
  • Federico Panni

Madeira, in Portogallo nasce il primo villaggio per smart worker in Europa

Parole come smart working e didattica a distanza sono entrate ufficialmente a far parte della nostra quotidianità modificando radicalmente le nostre abitudini. C’è chi da questi cambiamenti è riuscito a trarre il lato positivo, tramutandoli in un’occasione per cambiare vita.

Scopriamo insieme come!


Lavorare lontano da casa


Per alcuni la possibilità di lavorare e studiare da casa si è trasformata nell’opportunità di realizzare un sogno: trasferirsi in un’altra città o di andare a vivere all’estero, anche per brevi periodi. Scelte, queste, che prima appartenevano solo ed esclusivamente ad alcuni gruppi elitari come i nomadi digitali, quelle persone che, grazie a un lavoro smart, girano il mondo e tutto ciò di cui hanno bisogno risiede in un computer e una connessione a internet.


Isole tropicali e luoghi esotici sono da sempre le destinazioni preferite dei nomadi digitali. Negli ultimi tempi, sfruttando il trend degli spostamenti di massa, si siano organizzati per accogliere tutte le persone che lavorano da remoto, come Madeira, lo splendido arcipelago portoghese, situato al largo della costa Nord-occidentale dell’Africa.


L’esempio di Madeira


Da un’ iniziativa della comunità dei nomadi digitali delle isole di Madeira, sta nascendo un villaggio dedicato a tutti gli smart worker, ai freelancer e a chiunque abbia la possibilità di usufruire

del lavoro agile, ambientato in un vero e proprio paradiso terrestre.

Il progetto pilota si aprirà a febbraio e sarà sostenuto dal governo regionale di Madeira con l’apertura di un luogo adibito ad ospitare fino a 100 professionisti, tra spazi coworking, appartamenti e abitazioni

da affittare.

Tra spiagge e tramonti da sogno

Il suggestivo villaggio sul mare, situato a Ponta do Sol, comune portoghese di circa 8.000 abitanti farà da sfondo alla nuova casa degli smart worker, offrendo un panorama incredibile, fatto di mare cristallino, spiaggia ghiaiosa e splendidi tramonti.

Come partecipare…in tutta sicurezza!

L’iniziativa è rivolta ai “nomadi digitali” che si impegnano a restare sull’isola almeno un mese

e i posti disponibili sono 100. Agli ospiti del Digital Nomads Madeira spetteranno tariffe calmierate

per hotel, servizi di autonoleggio e non solo. A Madeira è stato anche promosso il programma “Safe to discover” per garantire la massima sicurezza durante la pandemia. Sono state messe a punto pratiche di igiene e distanziamento in tutte le strutture e le società locali che lavorano nel turismo.

Per arrivare a Madeira è necessario inoltre presentare un test molecolare negativo al covid entro le 72 ore precedenti al volo oppure direttamente all’aeroporto locale, isolandosi però per 12 ore fino al risultato. Al momento a Madeira si contano meno di mille contagi e due decessi dall’inizio

dell’emergenza internazionale.

Le adesioni a questo tipo di iniziative sono molte, segno di una crescente voglia di ritornare

a viaggiare, vivere e lavorare insieme in totale sicurezza!


Crediamo che questo modello innovativo porterà nuove possibilità per il mercato turistico

e immobiliare e non vediamo l’ora di vedere iniziative come questa anche nel nostro paese.


7 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Acquistala all'asta!

LOGO ASTAADVISOR(0).png

Se sei interessato a comprare

casa all’asta, sei nel posto giusto!

 

Asta Advisor semplifica il mondo delle aste grazie ad un team di esperti consulenti e professionisti del settore, in grado di fornirti l’assistenza tecnica e finanziaria necessaria per affrontare il procedimento esecutivo. 


Scopri di più su Asta Advisor...

Valutazione-gratuita-.jpg

POWERED BY

forma.png
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Instagram Icona

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Grazie per esserti iscritto!

www(0).jpg

CHI SIAMO

LEGAL

Privacy e Cookie

Termini e condizioni

© 2023 by SG s.r.l. | Copyright © 2021 Capitale sociale € 200.000,00 i.v. - P.IVA 04135920967