jason-dent-w3eFhqXjkZE-unsplash.jpg
www(0).png
  • Alberto Griffini

Smartworking, consigli per creare il perfetto ufficio in casa


Lo smart working è un concetto abbastanza nuovo soprattutto nel nostro paese. Infatti, se alcune persone erano già abituato a lavorare da remoto, la maggior parte si è dovuta adattare a questa nuovo modo di affrontare il lavoro con l’arrivo della pandemia. Il problema in questi casi è sempre lo stesso: come si organizza un ufficio in casa? Come si dividono gli spazi in modo da creare una divisione tra il luogo di lavoro e quello in cui si vive? In questo articolo cercheremo di dare delle linee guida per realizzare l’ufficio perfetto a casa vostra.



L’organizzazione corretta dello spazio lavoro è importante sia per mantenere il giusto livello di concentrazione ed efficienza, sia per non influenzare il proprio benessere psicologico, facendo venir meno quel senso di separazione tra casa e lavoro. Infatti se da un lato lo smart working presenta degli enormi vantaggi come orari orari più flessibili, la comodità di non dover uscire dal proprio appartamento, la possibilità di restare vestiti come si preferisce durante tutto il giorno, dall’altro può portare stress aggiuntivo, non riuscendo più a distinguere lo spazio ufficio con quello della casa.


Andiamo per punti:


1. Delimitazione degli spazi

Prima di tutto è fondamentale organizzare la suddivisione degli spazi. Alcune persone avranno la fortuna di avere un’intera stanza a disposizione, mentre altre dovranno accontentarsi di un angolo lavoro più ristretto, magari nella zona living. La cosa importante in ogni caso è che l’area sia ben delimitata dal resto dell’ambiente.


2. L’arredamento


Per fare in modo di essere sempre in un ambiente stimolante è importante curare gli arredamenti, non solo per ragioni estetiche, ma anche per motivi di funzionalità e benessere. Per prima cosa è consigliabile dotarsi di una scrivania (o tavolo) ergonomica, dovendo passare molte ore seduti e quindi dovendo garantire la corretta postura durante l’attività. Importante in questa scelta valutare altezza e profondità di questo appoggio. Non di meno importanza risulta l’illuminazione. È infatti fondamentale un corretto posizionamento rispetto alle fonti di illuminazione. Da evitare contatti diretti tra la luce del sole e il monitor, come con il viso. L’ideale sarebbe garantire l’illuminazione naturale dal lato, preferibilmente dal lato opposto a quello di scrittura.


Quanto detto per la scrivania, assume maggior valore per la sedia, che deve essere il più ergonomica e regolabile possibile, in modo da mantenere la corretta postura. È preferibile andare a spendere un qualcosa in più per questo elemento, evitando di riciclare sedie della cucina o altre sedie non adatte all’utilizzo.


Ultimo elemento importante, che può essere realizzato, o ricavato in zone vicine come librerie, è un archivio. Questo mi permette di tenere in ordine la postazione, andando a raggruppare tutto il materiale di lavoro.


3. Accessori indispensabili


Come per il punto 2, anche in questo caso la prima cosa da guardare e l’ergonomia degli accessori. Quindi favorire pc con schermi di dimensioni adeguati. Per chi faccia uso di computer portatili è consigliabile utilizzare degli appositi supporti che garantiscono un’adeguata inclinazione tra schermo e tastiera.


Dotarsi di una fonte di illuminazione artificiale; da evitare assolutamente led o neon troppo intensi. La soluzione ideale sarebbe una lampada a terra, che garantisca una luce diretta e soffusa.


Ultimo elemento indispensabile è la cancelleria. Fornire l’ufficio di tutto il materiale utile in fase di lavoro, come penne, post it e blocchi per gli appunti, oltre che un raccoglitore per gli oggetti, in modo da garantire sempre l’ordine sulla scrivania.


4. Un tocco di creatività


Nel realizzare il nostro Home Office, non dimentichiamo che dovendovi passare parecchie ore della nostra giornata, esso deve essere anche bello alla vista e accogliente. L’aspetto estetico infatti non è marginale, ma riveste un ruolo importante anche nel delimitare lo spazio. Il nostro consiglio è quello di sbizzarrirsi: giocate coi colori. Che sia il colore della parete, degli oggetti principali o degli accessori, scegliete colori che vi facciano stare bene. Sono preferibili colori più neutri per le pareti, mentre per gli oggetti si può puntare sui colori più vivaci. Riempite l’area di lavoro con quadri, foto o altri oggetti a parete. Un oggetto che può rivelarsi utile e funzionale è una lavagna. Aggiungerà un tocco estetico e vi aiuterà a tener traccia dei vostri obiettivi.



27 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Acquistala all'asta!

LOGO ASTAADVISOR(0).png

Se sei interessato a comprare

casa all’asta, sei nel posto giusto!

 

Asta Advisor semplifica il mondo delle aste grazie ad un team di esperti consulenti e professionisti del settore, in grado di fornirti l’assistenza tecnica e finanziaria necessaria per affrontare il procedimento esecutivo. 


Scopri di più su Asta Advisor...

Valutazione-gratuita-.jpg

POWERED BY

forma.png
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Instagram Icona

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Grazie per esserti iscritto!

www(0).jpg

CHI SIAMO

LEGAL

Privacy e Cookie

Termini e condizioni

© 2023 by SG s.r.l. | Copyright © 2021 Capitale sociale € 200.000,00 i.v. - P.IVA 04135920967